MONDO DELLE RICERCHE

Home » Media » Learning per le ricerche di mercato dopo la vittoria di Obama

Learning per le ricerche di mercato dopo la vittoria di Obama

Le elezioni del 2012 negli Stati Uniti verranno ricordate a lungo: per esempio per l’ormai famoso Twitter di Obama, oppure il video della bimba in lacrime, visto da ben 16 Mil. di persone e che rappresenta, in modo emblematico, l’altissima pressione mediatica (social media ma anche media tradizionali) attorno alle elezioni.

Ma le elezioni hanno anche confermato il ruolo determinante delle ricerche di mercato. Come? Recentemente sono stati analizzati 3 learning chiave che vorremmo riprendere di seguito. L’articolo originale di INSTANT.LY si trova qui

INSIGHT #1: relazioni differenti richiedono tattiche differenti

Se Obama era già noto al paese per il suo modo di guidare il paese, il ruolo di Romney è restato ‘poco chiaro’ durante la sua campagna. Questo ha comportato la necessità di dimostrare in continuazione  la sua agenda e la sua affidabilità. Da un punto di vista di ricerche di mercato,  si conferma l’importanza ‘cruciale’ di verificare sempre ciò che si sta facendo, senza cadere nell’errore che ciò che gli elettori chiedevano in passato sarà anche ciò che auspicano in futuro.

INSIGHT #2: engagement è tutto

I contenuti della campagna sono stati ampliamente analizzati e non entreremo nel merito delle metriche, seppur fondamentali. Ciò che sicuramente ha fatto la ‘differenza’ per Obama è stata la capacità di ‘attrarre-incuriosire’ ed essere contemporaneamente ‘vicino’ ai suoi elettori (per esempio attraverso il famoso Reddit dove si rendeva disponibile a rispondere per 30 minuti). Questo ha consolidato la sua immagine, differenziandolo ampliamente dall’avversario, e gli ha restituto una UNIQUE (VALUE) PROPOSITION.

INSIGHT #3: messaggi incisivi che puntano all’azione

Slogan efficaci, messaggi chiari e concisi nelle campagne (es. il famoso: 2012: are you in?). L’efficacia di un messaggio inizia con un marketig vincente. Questo vale oggi ancor di più oggi nei social media, dove la quantità enorme di informazioni può fare passare inosservate campagne dai contenuti buoni ma non brillanti.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...