MONDO DELLE RICERCHE

Home » Advertising » Super bowl, Consumer Behavior e Neuroscienze

Super bowl, Consumer Behavior e Neuroscienze

Come ogni anno il Super bowl è l’evento televisivo più visto negli USA e le sue pubblicità sono particolarmente seguite, soprattutto sui social network (Twitter in testa a tutti quest’anno). Del resto gli investimenti da parte delle aziende per questo evento ammontano a svariati milioni di dollari, in media 4 per ogni 30 secondi di pubblicità. Non c’è da sorprendersi, quindi, se anche dopo il Super bowl, le migliori (e le peggiori) tra le 52 pubblicità stanno continuando a fare parlare di sè. Ma sono pochi gli spot che sono entrati a far parte della storia delle migliori pubblicità dei Super bowl, come lo spot della Volkswagen, The Force, con il bambino che usava la Forza per ‘accendere‘ l’auto.

Quest’anno il Super bowl ci ha fornito lo spunto per approfondire meglio gli spot di un’agenzia pubblicitaria, chiamata Deutsch Inc. (Interpublic Group) e rinomata per aver vinto ben 10 premi come ‘Agenzia dell’anno’.   Deutsch Inc. ha curato lo spot del Super bowl di ‘Taco Bell,  una delle pubblicità più apprezzate sulla rete, oltre che dal Wall Street Journal (articolo originale: qui). L’agenzia è anche l’ideatrice di un controverso spot, ovvero ‘Perfect Match’ (il bacio tra Bar Refaeli, ex di Leonardo di Caprio, e un nerd).

Di seguito lo spot di Taco Bell (catena di fast food), dal titolo VIVA YOUNG,  dove si raccontano le avventure notturne di un gruppo di ‘senior’, dal comportamento molto… giovanile.

Deutsch Inc. cura le attività di promozione della Volkswagen (es. il progetto ‘Kraftwerk’ del 2012 al MOMA di New York) oltre alle pubblicità, tra cui la già citata ‘The Force’ e la più recente ‘Get Happy’.

Il Group Planning Director è Douglas Van Praet, autore del libro  ‘Unconscious Branding: How Neuroscience Can Empower (and Inspire) Marketing’. 

E’ un libro che merita di essere letto  e per questo motivo lo inseriremo nei libri del mese. Perchè?

Il libro non solo esplora le potenzialità del neuromarketing ma, basandosi su una solida esperienza professionale e competenze specifiche, mette in risalto il processo complesso decisionale, l’importanza delle emozioni/subconscio, oltre ai limiti delle moltissime ricerche qualitative, poiché, come sostiene Douglas, raramente si trovano moderatori e ricercatori qualitativi capaci di essere ‘inspiring’ per i clienti. I limiti derivano, soprattutto dall’incapacità di andare oltre l’ovvio, cioè il dichiarato del consumatore (intenso sempre come individuo). Questi temi sono già stati affrontati da Gerlad Zaltman, secondo il quale, la natura e il comportamento umano sono molto complessi e il 95% delle decisioni sono basate su motivazioni legate al subconscio e alle emozioni.

Oggigiorno ritorna, quindi, ad essere importante la preparazione di base (psicologo, antropologo etc.) perchè, come stostenuto anche da Albert Mehrabian, la nostra comunicazione e i nostri messaggi sono fatti solo del 7% di parole!

Le riflessioni contenute nel libro di Douglas sottolineano, in generale, la necessità di continuare a migliorare i modelli tradizionali.

Recentemente abbiamo visto, per esempio, un tool quantitativo per misurare le emozioni nella pubblicità (articolo qui) e da più tempo l’organizzazione internazionale Esomar si interroga sul futuro delle ricerche qualitative, come analizzato in questo interessante articolo qui.

Grazie all’evoluzione tecnologica e alla curiosità dei ricercatori siamo certi che i modelli tradizionali potranno essere integrati con tool innovativi per l’analisi del consumer behavior, in continuo cambiamento. In questo senso, per esempio, vi proponiamo come il mondo dei device portatili sta cambiando le nostre vite:

 JWT Intellingence – 15 ways mobile will change our lives

In un non lontano futuro, grazie a intuizioni di ricerca e software di ricerca sempre più accurati, potremmo forse anche sviluppare nuove techniche per misurare le emozioni e il consumer behavior, attraverso occhiali Google e I-watch!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...