MONDO DELLE RICERCHE

Home » convegni eventi e congressi » Anche l’ISTAT apre ai Big Data

Anche l’ISTAT apre ai Big Data

Si e’ aperta oggi l’ Undicesima Conferenza Nazionale di Statistica e anche il Presidente Istat, Enrico Giovannini,  ha sottolineato l’urgente bisogno per la statistica di evolvere.  Le sue affermazioni assumono particolare rilievo perche’ il 2013 e’ l’Anno Internazionale delle Statistiche (Cliccando sul logo si aprira’ il link del sito internazionale).

‘Una statistica che misuri solo il passato non basta più: serve una statistica che allunghi il suo cono di luce anche al futuro, conservando la sua scientificità e la sua indipendenza’.

In particolare il Presidente Istat ha confermato che anche la statistica pubblica sta sperimentando l’analisi dei Big Data.  Recentemente abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione degli investimenti aziendali globali, nell’ambito dell’analisi dei Big Data. Del resto basta pensare alle enormi opportunita’ offerte dal mondo mobile (smartphone, tablet) per misurare vecchi e nuovi fenomeni, oltre alla possibilita’ di predirre i comportamenti futuri.

‘Se l’esigenza  e’ (…) divenuta così forte da indurre un’importante impresa a sviluppare un software per prevedere, sulla base dei dati disponibili su Internet, comportamenti futuri individuali e collettivi, la statistica pubblica non può rinunciare ad impiegare le sue migliori intelligenze per affrontare seriamente questa sfida’.

Webstream, materiali e programma al sito:

undicesimaconferenzadistatistica.it

Parlando di statistici e dell’arte delle previsioni con quantità enormi di dati, ci è stato suggerito un libro che sta riscuotendo molto successo. L’autore, Nate Silver, statistico, affronta il problema della quantità di dati partendo dalle elezioni presidenziali statunitensi e dalla teoria Bayesiana.

Il suo libro si intitola ‘THE SIGNAL AND THE NOISE: WHY SO MANY PREDICTIONS FAIL – BUT SOME DON’T’ (“Il segnale e il rumore: arte e scienza della previsione”*).

La storia e il successo di Nate sono state raccontate recentemente da CAROLE CADWALLADR in un articolo di Repubblica* (qui) e, più recentemente, in questo Blog di Reg Baker, THE SURVEY GEEK (qui).


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...